MISE – GREEN AND INNOVATION DEAL

 

RISORSE DISPONIBILI

Complessivi 750 mln: a) 600 mln per la concessione di finanziamento agevolato, a valere sulle risorse del FRI; b) 150 mln per la concessione del contributo a fondo perduto, a valere sulle disponibilità FCS. Risorse ripartite in uguale misura tra: – procedure di presentazione a sportello (capo II) – procedure di presenazione negoziale (capo III)

BENEFICIARI

a) imprese che esercitano le attività industriali dirette alla produzione di beni e servizi e le attività di trasporto per terra, per acqua o per aria, comprese le imprese artigiane di produzione di beni; b) imprese agro-industriali che svolgono prevalentemente attività industriale; c) imprese che esercitano attività ausiliarie in favore delle imprese di cui alle lettere a) e b); d) centri di ricerca. I soggetti (a, b, c, d) possono presentare progetti anche congiuntamente tra loro fino a un numero massimo di : – 3 soggetti, nel caso di progetti con spese e costi ammissibili superiori a 3 mln e non inferiori a 10 mln con procedura a sportello ( CAPO II) – 5 soggetti , nel caso di progetti con spese e costi ammissibili superiori a 10 mln e non inferiori a 40 mln con procedura negoziale (capo iii) Ciascun soggetto, sia in forma singola sia congiunta, può presentare nell’ambito di ciascuna delle due procedure una sola domanda di accesso alle agevolazioni nell’arco temporale di 365 giorni.

PROGETTI AMMISIBILI

I progetti di innovazioni ammissibili alle agevolazioni devono: • prevedere attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e/o, limitatamente alle PMI, l’industrializzazione dei risultati della ricerca e sviluppo, che siano coerenti con le finalità del Green and Innovation Deal con particolare riguardo agli obiettivi di: – decarbonizzazione dell’economia; – economia circolare; – riduzione dell’uso della plastica e sostituzione della plastica con materiali alternativi; – rigenerazione urbana; – turismo sostenibile; – adattamento e mitigazione dei rischi sul territorio per il cambiamento climatico. • prevedere il raggiungimento di uno o piu’ obiettivi ORIZZONTE 2020; • prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 3 mln e non superiori a 40 mln; • essere avviati dopo la presentazione della domanda; • avere durata non inferiore a 18 mesi e non superiore a 36 mesi per le attivita’ di r&s e non superiore a 12 mesi per quelle di industrializzazione, con possibile proroga max 12 mesi.

SPESE E COSTI AMMISSIBILI

1. Nel caso delle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, sono ammissibili le seguenti spese: a) personale dell’impresa proponente, limitatamente a tecnici, ricercatori ed altro personale ausiliario impiegati nelle attività di ricerca e di sviluppo oggetto del progetto; b) strumenti e attrezzature, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca e sviluppo; c) servizi di consulenza e altri servizi utilizzati per l’attività del progetto di ricerca e sviluppo, inclusa l’acquisizione o l’ottenimento in licenza dei risultati di ricerca, dei brevetti e del know-how; d) spese generali relative al progetto; e) materiali utilizzati per lo svolgimento del progetto. 2. Nel caso delle attività di industrializzazione, sono ammissibili le seguenti spese: a) nuove immobilizzazioni materiali (compresi programmi informatici e licenze per l’utilizzo); b) immobilizzazioni immateriali; c) servizi di consulenza, prestati da consulenti esterni, di natura non continuativa o periodica, e diversi consulenza fiscale, legale, pubblicità.

AGEVOLAZIONI

• Finanziamenti agevolati del FRI, per almeno il 50% dei costi ammissibili e al max del 70%, con finanziamento bancario (per quota non inferiore al 10%) e attestazione creditizia, tasso non inferiore allo o,50, durata da 4 a 15 anni • Contributi a fondo perduto, per una percentuale massima delle spese pari al: a) 15% come contributo alla spesa, per ricerca industriale e sviluppo sperimentale e per acquisizione consulenza relative alle attività di industrializzazione b) 10% come contributo in conto impianti, per acquisizione immobilizzazioni oggetto di industrializzazione.

DOMANDA DI AGEVOLAZIONE

L’intervento del Fondo per la crescita sostenibile ai sensi del presente decreto avviene mediante la concessione di agevolazioni: a) la procedura a sportello per i progetti non inferiori a euro 3 mln e non superiori a 10 mln; b) la procedura negoziale per i progetti superiori a euro 10 mln e fino a euro 40 mln. Invio domande: dal 17 novembre 2022 dalle ore 10:00 alle ore 18:00. Compilazione: dal 4 novembre dalle ore 10:00. INVIO ONLINE Ciascun soggetto, sia in forma singola che congiunta, può presentare nell’ambito di ciascuna delle due procedure una sola domanda di accesso alle agevolazioni nell’arco temporale di 365 giorni.